Esplora contenuti correlati

Le Fiamme Oro di Sabaudia Campioni Europei ad Atene

23 Settembre 2008

Si sono conclusi con un bilancio positivo per l’Italia gli Europei di canottaggio ad Atene: il bottino e’ un oro, due argenti e un bronzo.
Nei giorni 20 e 21 settembre c.m., infatti a si sono svolti sulle acque del bacino di Schinias, i Campionati Europei di Canottaggio. Questa volta sono stati gli atleti del Centro Nazionale Fiamme Oro di Sabaudia, allenati dal sovrintendente della Polizia di Stato Valter MOLEA, ad ottenere i più alti risultati, vincendo l’oro nella gara del 4 senza pesi leggeri, e classificandosi al secondo posto nel doppio pesi leggeri, in equipaggio misto.
La medaglia d’oro e’ stata vinta dal quattro senza pesi leggeri, (Amitrano, Gabriele, Caianello e Dell’Aquila, tutti Fiamme Oro Sabaudia).
I due d’argenti sono stati conquistati nel quattro senza (Tranquilli, Canciani, Battisti e Montrone), e nel doppio pesi leggeri (Gilardoni e Bertini).
Il bronzo e’ stato preso nel doppio femminile (Bascelli, Bello).

Per il Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, da cinquant’anni nell’attività sportiva, non può che essere un momento di grandi soddisfazioni. Più di mezzo secolo di vita per i gruppi sportivi della Polizia di Stato, tutto ebbe inizio il 12 agosto 1954 nascono  ufficialmente le Fiamme Oro. I gruppi sportivi della Polizia di Stato sono la società italiana che ha vinto ai giochi olimpici più medaglie in più discipline: 34 ori, 11 argenti e 25 bronzi. Atletica leggera, pallanuoto, pentathlon moderno, scherma, canoa, canottaggio, judo, pesistica, pugilato, taekwondo, sci alpino, pattinaggio su ghiaccio, bob, sono i settori sportivi nei quali le Fiamme Oro si sono affermate, raggiungendo ben settanta podi olimpici e una serie di successi senza precedenti.
Insomma, il comandante Elmo Santini, è soddisfatto dei risultati ottenuti dai suoi atleti e con la gioia di chi con tanta tenacia ha inseguito un progetto, ha dichiarato: “ Per noi che ogni giorno lavoriamo per partecipare a gare e campionati che siano italiani, europei o mondiali, tornare a casa con la medaglia d’oro è un’immensa soddisfazione. Non posso che ringraziare i ragazzi, che grazie alle rinunce ed ai sacrifici a cui si sottopongono ogni giorno per allenarsi, riusciamo a portare in alto i colori della nostra bandiera. Non mi resta che invitare tutti gli appassionati di sport ad essere presenti alle gare, per dare il giusto sostegno a dei ragazzi che praticano questa disciplina sportiva solo per passione”.

Condividi: