Esplora contenuti correlati

Comunicato stampa – Commemorazione dei defunti, questa mattina la cerimonia presso il Parco Medaglie d’Oro. Per l’occasione è stata scoperta la targa dedicata al Milite Ignoto

2 Novembre 2021

La città di Sabaudia ha ricordato i defunti nell’ambito della consueta cerimonia di commemorazione promossa, nella mattinata odierna, dall’Amministrazione comunale e dal Comando Artiglieria Controaerei alla presenza delle autorità civili e militari, delle Associazioni combattentistiche e d’Arma e di una rappresentanza delle scuole del territorio.

La celebrazione si è svolta presso il Parco Medaglie d’Oro, con la deposizione della corona d’alloro al Monumento dei Caduti di tutte le guerre ad opera del Sindaco Giada Gervasi e del Comandante l’Artiglieria Controaerei, Generale di Brigata Fabrizio Argiolas, preceduta dal picchetto d’onore del 17° Reggimento Sforzesca e dall’inno nazionale eseguito dalla Banda del Comando. A conclusione di questo primo momento, il corteo ha raggiunto la Piazza del Comune dove fu collocato il primo monumento ai caduti della città di Sabaudia e dove è stato deposto un cuscino dalloro all’epigrafe che riporta il bollettino della vittoria della Prima Guerra Mondiale.

Nellambito della cerimonia è stata scoperta la targacommemorativa apposta al monumento ai Caduti e dedicata al Milite Ignoto, quale simbolo del sacrificio e del valore dei combattenti della prima guerra mondiale e di tutti i caduti per la Patria, al quale il Consiglio comunale nell’ottobre del 2020 ha conferito la cittadinanza onoraria in accoglimento della propostaavanzata dal Gruppo delle Medaglie d’oro al valor Militare d’Italiae successivamente ripresa dallAnci Associazione Nazionale Comuni Italiani in occasione delle celebrazioni per il centenario della traslazione del Milite Ignoto nel sacello dellAltare della Patria.

Una cerimonia simbolo voluta, come sottolineato dal Sindaco Gervasi, per ricordare tutti i defunti, civili e militari, e tutti coloro che hanno perso la vita in questa assurda pandemia che ancora ci vede coinvolti, per lasciare un segno e al contempo lanciare un messaggio forte per la cittadinanza e le nuove generazioni di fratellanza e altruismo.

Condividi: