Esplora contenuti correlati

Avviso pubblico – ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE

12 Febbraio 2024

SETTORE VII – SERVIZIO AI CITTADINI E WELFARE

Vengono concessi contributi a fondo perduto per finanziare progetti di realizzazione di opere finalizzate al superamento o all’abbattimento di barriere architettoniche negli edifici privati, così come previsto dalla legge 9 gennaio 1989, n. 13.

               La richiesta di contributo può essere presentata dal soggetto interessato, portatore di handicap (soggetto affetto da patologie che comportino limitazioni funzionali permanenti alla deambulazione) residente nel territorio comunale.

               La presentazione delle domande, fissata per legge, scade il 01 marzo 2024.

               Per chiedere il contributo occorre presentare una domanda in bollo, su apposito modello da richiedere presso il Segretariato Sociale sito in Via del Parco Nazionale, previo appuntamento ai nn. 353/3145709-353/3145516.

               Nella domanda devono essere indicate l’opera da realizzare e la previsione di spesa. Le opere da realizzarsi riguardano la rimozione di barriere che creano difficoltà di accesso all’immobile o alla singola unità immobiliare oppure difficoltà di fruibilità e accessibilità dell’alloggio.

               Alla domanda devono essere allegati:

  • certificato medico attestante l’handicap;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio, nella quale risultino l’ubicazione della abitazione e le difficoltà di accesso;
  • certificato rilasciato dall’ A.S.L. di zona (o fotocopia autenticata) attestante l’invalidità totale con difficoltà di deambulazione.

               Le domande, debitamente istruite, vengono inserite in graduatoria divise secondo la certificazione medica presentata e la patologia da questa attestata in invalidi totali e parziali e secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande stesse.

               Hanno diritto al contributo i portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, compresa la cecità, e quelle relative alla deambulazione ed alla mobilità.

               Il contributo per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento ed all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, sono cumulabili con quelli concessi a qualsiasi titolo al condominio, al centro o istituto o al portatore di handicap.

               Il contributo regionale è concesso:

  • per costi fino ad € 4.000,00, in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta;
  • per costi oltre € 4.000,00 e fino ad € 19.500,00, in misura pari ad € 4.000,00 più il 25% della parte eccedente € 4.000,00;
  • per costi da € 19.500,00 ad € 52.000,00 in misura pari ad € 7.875,00 più 5% della parte eccedente € 19.500,00;
  • oltre € 52.000,00 in misura pari ad € 9.500,00.

Per ogni altra informazione, gli interessati potranno rivolgersi presso il Servizio Amministrativo dei Servizi Sociali e Sanità, – Tel. 0773/1849952.

Il Capo Settore

Dott.  Piero ROSSI

Condividi: